A proposito di...dopobarba / Nivea Balsamo Dopobarba

A proposito di…dopobarba / Nivea Balsamo Dopobarba

nivea after shave

La blogosfera è invasa da odi a questo prodotto apparentemente miracoloso, passato in sordina solo per la maledetta dicitura “MEN” (o forse “DOPOBARBA“?) scritta in stampatello su ogni lato della confezione. Nikkie Tutorials l’ha reso famoso, facendolo rinascere con un nuovo abito e puntandogli i riflettori addosso neanche fosse Brad Pitt sul tappeto rosso, nudo.

Io ho ceduto al richiamo del suo misterioso fascino, attratta dal pensiero di scardinare le regole del makeup spiattellandomi su tutto il viso un dopobarba, sebbene di fatto io di barba – ancora – non ne abbia. E oggi vi dico se, secondo il mio modesto parere, il Balsamo Dopobarba di Nivea merita la fama che lo circonda come primer o meno.

La prima cosa che posso confermare è che , il fondotinta scivola meglio con lui come base: l’alta percentuale di glicerina contenuta nel dopobarba lo rende un eccellente emolliente nonché una tela perfetta per stendere qualunque prodotto in crema e non. Ho potuto notarlo in particolare con il fondotinta Made to Last di Pupa, una base a lunga tenuta ideata per pelli miste/grasse, essendo la formula oil free, che però ho sempre avuto difficoltà ad indossare perché su di me – che ho una pelle mista con qualche zona dove il fondotinta tende ad “arenarsi” – l’ho sempre visto pesante e con un finish poco naturale. Solo di recente ho provato a combinarlo con il dopobarba Nivea, e dopo qualche giorno che continuavo ad utilizzarlo mi sono meravigliata del perché tutto ad un tratto non lo trovassi più così sgradevole. E così ho capito: il balsamo Nivea mi forniva una base splendidamente liscia su cui applicare il fondotinta, che improvvisamente ha tirato fuori le sue migliori doti di prodotto long-lasting e uniformante, una base perfezionante però non innaturale, insomma, un vero gioiello.

Le altre due domande che mi sono posta sono state: ha un effetto opacizzante a lungo termine? E riesce ad allungare la tenuta dei fondotinta?

Ebbene, al primo quesito mi sento di rispondere un secco NO. L’ho testato con diversi fondotinta, che fossero specifici per pelli miste ma anche no, e in tutti i casi non ho notato alcuna differenza nel tempo che ci voleva tra un ritocco e l’altro di cipria. Non so se sia una questione soggettiva o meno, ma dopo mesi di utilizzo in ogni condizione possibile non mi è parso che lui abbia cambiato le carte in gioco riguardo a questo punto. Infine, aiuta a prolungare la tenuta del trucco? Direi , nel senso che sicuramente ne aiuta una migliore stesura, e un fondotinta steso meglio risulta sicuramente più longevo, ma a fine serata che io abbia usato il primer o meno risulto sempre lucida ma non in condizioni disastrose. Credo che ci voglia una pelle più problematica della mia per verificare la veridicità di questa affermazione, poiché in generale non ho mai avuto grosse difficoltà con i fondotinta che sto usando ultimamente; alcuni sono sicuramente più indicati per una pelle secca e pertanto mi ritrovo dopo un tot ore di utilizzo a sembrare più una palla da discoteca che altro, ma in linea di massima ho sempre riscontrato una buona tenuta con tutte le mie basi e il dopobarba non ha fatto alcuna differenza.

In conclusione, cosa fa esattamente di miracoloso questo balsamo dopobarba?

Personalmente trovo che sia un’eccezionale base da utilizzare in combinazione con quei fondotinta che ci hanno sempre dato qualche problema nella stesura, quei prodotti che risultano sempre un po’ cake-y come amano dire gli americani, che in sostanza tendono ad enfatizzare piccoli difetti nella grana della pelle, in particolare le zone secche sulle quali certi fondotinta amano fissarsi nei modi più orrendi. E’ quindi una tela, splendidamente liscia e levigata, che trasforma la stesura di ogni prodotto in una passeggiata.