da casa a casa,  home interiors,  interior design

Da casa a casa – Ep.2

I lavori nella casa nuova proseguono, e un po’ alla volta cominciano a delinearsi i tratti di un ambiente accogliente che porta la mia firma. Ma la parola fine è ben lungi dall’essere prossima, ci sono ancora un milione di cose da comprare, di aggiustamenti da fare e idee da realizzare… però ho pensato che fosse giunta l’ora di farvi dare almeno una sbirciatina all’interno del mio appartamento, con tanto di foto prima e dopo affinché possiate rendervi conto dei miglioramenti che sono avvenuti tra queste mura. Non vi farò vedere ogni angolo perché ce ne sono ancora di completamente caotici che vanno studiati e sistemati per bene – tra cui anche la mia postazione make-up e l’angolo studio – ma le basi  ci sono e sono perlomeno accettabili. Tenete conto del fatto che mi mancano ancora cose standard quali un box doccia, un attaccapanni, tendine per la cucina e qualsivoglia elemento decorativo, ma avete capito il concetto base di questo post, no?

Partiamo dall’ingresso.

Qui non è cambiato molto, eccetto il colore delle pareti (che prima erano di un orrendo giallino stinto, mentre ora sono splendidamente bianche) , un mobiletto e un tappeto in più. Come già detto, è ancora tutto un work in progress, quindi qui dovete immaginarvi un attaccapanni, uno specchio misura umana e qualche bel quadretto, forse anche un tappeto diverso, ma per il momento la differenza è quella che si vede.

ingresso p-dDall’ingresso poi abbiamo accesso alla cucina e al salotto, le stanze che hanno subito il cambiamento più sostanzioso. Esattamente di fronte alla porta d’ingresso troviamo la cucina, che prima era sempre giallina e completamente vuota, mentre adesso è ben fornita, mancano solo un paio di mensole e attrezzature varie (microonde in primis!). La cucina mi piace molto perché è il luogo più colorato e caldo della casa, ci sono dei tocchi di colore che non avrei azzardato da altre parti ed è compatta ma efficiente. Adoro il tavolo che ho scelto, perché già di per sè è grande ma è pure allungabile per ospitare fino a 8 persone! In più mi offre tutto lo spazio per cucinare che non mi è stato possibile avere con il piano di lavoro della cucina stessa. Manca un “nascondiglio” per coprire quegli orrendi tubi del boiler, ma è un progetto in fase di lavorazione che servirà anche ad offrirmi un ulteriore spazio d’appoggio per alcuni piccoli elettrodomestici. La parete sopra il tavolo intendo poi personalizzarla un po’ alla volta con quadretti vari per renderla ancora più accogliente.

cucina p-dcucina 2cucinaPassiamo ora al salotto, forse il mio angolino preferito fin’ora… anche in questa stanza abbiamo dovuto rimboccarci le maniche per ridipingere i muri, ma alla fine il risultato è stato ottimo. Vi mostro soltanto metà stanza perché manca ancora il mio angolo lavoro, per il quale devo ancora procurarmi una bella scrivania, lampade, tappeto e varie. Per il salotto ho scelto un divano comodissimo, non quello che avevo progettato di prendere, bensì uno splendido divano a 3 posti nel quale si affonda che è un piacere e sul quale si fanno pisolini meravigliosi. Ma il pezzo forte è sicuramente il tavolino, un pezzo di legno massiccio recuperato dalla casa dei miei che fa il suo figurone nel mio salotto, specialmente per il contrasto di colore che si crea con l’arredamento sui toni del grigio/beige vs. il caldo legno rossiccio. Mi sono anche procurata una pianta, un tentativo disperato di vivacizzare l’ambiente con un pizzico di colore in più, ma sono già partite le scommesse su quanto riuscirà a sopravvivere la poveretta prima che mi dimentichi di darle da bere… Esattamente di fronte al divano trasferirò la postazione lavoro, ma nel frattempo utilizziamo la parete vuota per proiettarvi dei film, tant’è che sto prendendo in seria considerazione l’idea di comprarmi un proiettore al posto della tv. Ovviamente sopra il divano ho in programma di appendere quadri, foto e quant’altro, ma questi verranno col tempo.

salotto p-dsalotto 2La camera da letto è anch’essa completa solo a metà, anzi, forse solo per un terzo. Di nuovo c’è solo il letto e l’armadio, per il resto vi ritroviamo tutti pezzi riciclati dalla vecchia casa. E’ una stanza bella grande, ma l’angolo di sinistra è completamente buio, quindi vorrei creare qualche punto luce in più e appendere uno specchio gigante al muro, mentre alla destra della finestra penso sistemerò il mio angolo make-up, non appena avrò deciso come strutturarlo. La scelta più furba è stata sicuramente quella di optare per un armadio gigante, che possa ospitare non solo i miei vestiti ma anche cose varie che non trovano posto da nessun’altra parte, e ovviamente un letto matrimoniale, perfetto per dormirci in due ma anche per rotolarci da sola! Saranno poi da sostituire i tappeti e tessuti vari.

camera p-dcamera letto 2Infine abbiamo il bagno, a cui manca chiaramente un box doccia. Questo è il problema del ritrovarsi a metà dell’opera senza soldi, ma la mia fortuna è quella di avere mamma e papà che vivono esattamente di fronte e di poter quindi continuare a sfruttare la doccia di casa fino a quando non potrò permettermi una doccia tutta mia (cosa che avverrà molto presto comunque, non temete!). La stanza è minuscola ma contiene tutto l’essenziale; l’importante per me è sfruttare al meglio di spazi senza costiparli troppo, trovando soluzioni adeguate e pratiche per nascondere tutte le mie cose. Per il momento ho acquistato un mobiletto in legno a ripiani che mi permette di avere tutto a portata di mano, ma in futuro arriverà anche un mobile da parete a completare l’opera. La cosa pratica è che il bagno ha un balconcino tutto suo che lascia entrare un sacco di luce e che mi offrirà lo spazio per stendere i panni con la bella stagione (anche se la lavatrice ce l’hanno i miei, ma anche questa è una cosa che si risolverà con il tempo). Dovrò infine appendere una lampada sopra lo specchio del lavandino per avere ancora più luce, ma sono dettagli che andranno rifiniti più avanti.

bagno p-d

Insomma, direi che da un mese a questa parte di progressi ce ne sono stati tanti, ma la strada per rendere il mio appartamento perfetto è ancora lunga, molto lunga. Ma questo è anche il lato più divertente di tutta la faccenda, specialmente quando si ha la fortuna di avere i genitori che abitano così vicino e la consapevolezza di potersi prendere tutto il tempo necessario per completare l’opera. Detto ciò, come promesso vi terrò aggiornati sui cambiamenti che avverranno in futuro, e non appena avrò apportato un buon numero di migliorie realizzerò un altro post con dei prima e dopo per rendervi partecipi :)

Intanto fatemi sapere cosa ne pensate di questo post, vi piace l’idea? Vi interessa un argomento diverso dal solito? Ma specialmente, se avete qualche suggerimento su come sistemare il mio angolo make-up e studio lasciatemelo scritto nei commenti che sono alla ricerca d’ispirazione!

 

  • essenziale ma bellissima!!!

    • Grazie mille! Comunque ci sarà ancora moltissimo da fare, vedrai quando sarà tutto pronto che gioiellino :D

  • MakeMeUp

    La cucina è veramente fantastica, mi piace un mondo.