La paura di...

La paura di…

liquid eyelinerHo appena visto un video di una Youtuber tedesca che mi ha fatto riflettere e vorrei condividere questo pensiero con voi, per tradurvi le sue parole e per ricordarmi del perchè faccio quello che faccio, aiutando un pochino forse anche qualcuno di voi…

Spesso ci impediamo di fare delle cose solo perché ci convinciamo che là fuori c’è qualcuno che le sa fare meglio di noi: io sono colpevole di ciò in mille e uno modi. Ci lasciamo influenzare dai nostri pensieri al punto da crearci dei muri, delle barriere che ai nostri occhi risultano indistruttibili e che ci fanno mettere da parte i nostri sogni o anche solo la nostra voglia di metterci in gioco perché forse non ne vale la pena. Io sono così, vedo sempre la grandezza degli altri e in confronto mi sento tanto piccola, troppo fragile per affrontare un confronto… ci sono un milione di cose che ho messo da parte per paura di non essere all’altezza e alcune di queste rimarranno per sempre degli enormi rimpianti.

Ma la verità è che siamo circondati da persone che non avendo paura di seguire i loro istinti sono diventate qualcuno, persone che ogni giorno riaffermano la loro personalità, i loro talenti e vanno dritti per la loro strada senza paura di non essere nessuno. Pittori, musicisti, poeti… se ciascuno di essi si fosse posto il problema di non essere abbastanza bravo oggi non avremmo esempi da seguire o idoli da ammirare. La ragazza del video ha fatto un esempio bellissimo: abbiamo forse rinunciato a disegnare, a cantare o a ballare da piccoli solo perché convinti che ci fosse qualcuno che sapesse farlo meglio di noi? Certo che no… dovremmo quindi ritrovare quella gioia e quella spontaneità nelle nostre azioni per esprimere il nostro essere anche nella quotidianità, perseguendo i nostri sogni qualunque essi siano. Non è necessario essere pop star per cantare, così come non si deve fare Picasso di cognome per prendere in mano un pennello.

E’ una riflessione tanto banale quanto essenziale da tenere viva nella mente: se noi non riteniamo noi stessi all’altezza non vuol dire che gli altri la pensino allo stesso modo.

Ogni tanto penso che sarebbe un dono bellissimo poterci guardare riflessi negli occhi altrui, giusto per trovare la forza di continuare o di spronarci a creare quando ci lasciamo andare alle nostre paure. Ed è così che voglio sentirmi da oggi, non dico invincibile ma perlomeno immune dalla voce che è in me che mi dice che non ne vale la pena. Ovunque vi sia un pezzo del nostro cuore e della nostra anima è qualcosa che qualcuno oltre a noi saprà amare e questa è una ragione sufficiente per continuare per quella strada.

E quindi sì, è ora di smettere di svalutarci e cominciare invece a condividere le nostre passioni senza il timore del confronto :)