Nabla Goldust Collection: Preview & Swatches

Nabla Goldust Collection: Preview & Swatches

nabla-goldust-collectionPrima di eclissarmi per il mese di Dicembre vi lascio una panoramica della nuova collezione Goldust di Nabla Cosmetics, in uscita il 1 Dicembre. Ieri vi ho già bombardati di immagini sia su Facebook che su Instagram, ma ho pensato di raccoglierle tutte anche in un post in modo che possiate trovare tutto quanto in un unico posto ;) Eccovi quindi un’anteprima di come si compone la collezione: 8 nuovi ombretti, 5 Diva Crime, 1 nuovissimo eyeliner, 1 Crème Shadow, 2 nuovi blush e 2 nuovissime (e bellissime) palette!

Gli ombretti: delle otto nuove tonalità troviamo 2 colori opachi, Paprika e Radikal, il primo un terracotta, il secondo un verde militare, entrambi iper-pigmentati e super-uniformi nella stesura; Luna, Snowberry, Ludwig e Absinthe sono invece satinati/shimmer, anch’essi piuttosto pigmentati, morbidi e uniformi, come Nabla ci ha viziati; Luna è un color rosa chiaro con un tocco di beige e argento all’interno, bello pigmentato e luminoso; Snowberry ricorda un rosa antico; Ludwig è un bronzo con una base marrone; Absinthe è invece un duochrome un po’ sheer con una base tra il rosa antico e il marrone e questo splendido riflesso verde-azzurro-argento che lo attraversa – va visto dal vivo! Poi c’è Danae, un puro glitter sui toni dell’oro tendente al bronzo, che mi ha lasciata esterrefatta perché non pensavo sarebbe stato così pieno e uniforme e invece sì! Il colore è assolutamente spettacolare, un must per quanto mi riguarda. Infine c’è Glasswork che riprende la texture di Waterdream e Sensuelle, quindi si tratta di una base che sembra un taupe con un accento di malva molto trasparente attraversata da questa marea di glitter che danno un effetto bagnato una volta applicati (per chi teme il fallout se ne tenga alla larga, perché è praticamente garantito).

nabla-goldust-eyeshadowsnabla-goldust-eyeshadow-swatchesParliamo invece dei rossetti… diciamo che rispetto agli ombretti sono rimasta meno colpita dalla scelta dei colori. Mi piacciono, ma non quanto quelli di precedenti collezioni. Quello che pensavo sarebbe stato il mio preferito è Arabesque, che dall’immagine promozionale mi aveva già accelerato il battito cardiaco, in realtà mi ha delusa un po’, più che altro perché lo trovo più spento di quanto sperassi. Moulin Rouge è forse il colore più interessante grazie a quella venatura metallizzata che farà probabilmente rabbrividire tanti di voi ma che personalmente trovo molto gestibile se abbinato ad un trucco molto semplice. Bye Bye Birdie è il nude che stavo aspettando, più pescato rispetto a Closer (che già mi piace un sacco) e per niente grigio come Rock ‘n Nude, insomma Nabla ha completato la triade di nude. Dilemma è figo, più uniforme nella stesura di Underground, ma rimane un colore molto molto particolare, che di sicuro io non posso indossare a lavoro. E poi c’è Dragonfire, un rosso caldo sparatissimo con forse una punta di arancio all’interno che per me è un po’ troppo, ma qualitativamente parlando non da alcun problema. Sì insomma, non ho trovato niente che mi faccia impazzire, ma sicuramente utilizzerò Arabesque, Bye Bye Birdie senza problemi e Moulin Rouge durante le feste di Natale.

nabla-goldust-lipsticksnabla-goldust-lipstick-swatchesnabla-goldust-lipstick-swatchesFiniamo invece con i blush, l’eyeliner e il nuovo Crème Shadow. Klimt, il nuovo prodotto in casa Nabla, è uno spettacolare eyeliner liquido con il pennellino che mi ha mozzato il fiato al primo swatch: si tratta di un oro caldo, avvolgente, che ha una specie di duochrome pescato che non credo di aver mai visto prima. Il colore cambia tantissimo in base alla luce, ma non è un banalissimo eyeliner dorato, secondo me merita di essere acquistato, anche perchè il colore è pieno anche quando lo si applica ed è luminosissimo. Con i blush Nabla aggiunge un color prugna (Satellite of Love) e un rosa baby (Harper) alla collezione di Blossom Blush, nessuno dei due si adatta alla mia carnagione purtroppo, ma immagino che si tratti di un’aggiunta interessante per chi di voi cercava questo tipo di tonalità. Infine c’è Dusk, un nuovo Crème Shadow, questa volta si tratta di un bel color pesca con venature dorate all’interno. Il colore mi piace tantissimo, solo che swatchandolo ho notato delle somiglianze con Petite Mélodie in quando ad applicazione…sembra che anche Dusk sia poco omogeneo nella stesura, ma posso chiudere un occhio perché il colore mi piace davvero davvero tanto!

nabla-goldust-blush-eyelinernabla-dazzle-liner-klimt nabla-goldust-blushes nabla-goldust-dusk-creme-shadow-swatch

Tirando le somme, quali sono i prodotti che a primo impatto vi consiglierei di prendere in considerazione? Qualitativamente parlando, per me i must have sono Klimt, l’eyeliner dorato (sempre che riusciate ad integrarlo nei vostri look), e praticamente tutti gli ombretti. Ho visto online che alcuni sono rimasti delusi dalla selezione di colori, ma personalmente li ho trovati davvero molto belli e coerenti tra di loro, penso che lavorino bene in sinergia e la qualità in alcuni casi l’ho trovata anche migliore rispetto ad altri già presenti nell’assortimento. Tra i rossetti i due che mi piacciono di più sono Arabesque e Bye Bye Birdie, ma non penso siano niente di speciale. Ah, stavo per dimenticare! Dovete assolutamente portarvi a casa le due nuove palette, hanno un design incredibile, di sicuro non ve ne pentirete!

P.S. Se vi interessa vedere delle comparazioni con altri prodotti Nabla & extra, vi invito a controllare la mia pagina Facebook dove ho messo a confronto i prodotti che mi avete richiesto ;)

Ora invece tocca a voi: cosa pensate di acquistare della Goldust Collection? :)