Preferiti make-up 2015

Preferiti make-up 2015

Quest’anno ho deciso di fare le cose fatte bene, preparando un paio di post riassuntivi di tutti i prodotti che ho amato di più nell’anno appena passato. La puntata di oggi prevede il recap di tutto il make-up, mentre nella prossima vi farò vedere un po’ tutto il resto, tra cui skincare, haircare e profumi. Rispetto all’anno scorso devo dire che nel 2015 mi sono fidelizzata a più di un prodotto, il che vuol dire che sono riuscita a trovare delle piccole gemme che mi hanno dato grandi soddisfazioni e che sicuramente mi porterò appresso anche nel 2016. Ora sedetevi comodi che cominciamo con ordine a vederli insieme!

preferiti viso

Base: Per il viso per la prima volta in assoluto abbiamo un prodotto che non solo reputo un preferito, ma che è anche la prima base in assoluto che sono riuscita a consumare fino all’ultima goccia! Si tratta della Camera Ready CC Cream di Smashbox, prodotto che vi ho recensito su Youtube ma che si ripropone in più di un post e video come un’eccellente crema colorata dal finish leggero e naturale; l’ho amata davvero tanto e penso che non appena tornerà l’estate l’acquisterò nuovamente. A seguirla a ruota troviamo invece un correttore di MAC, il celebre Pro Longwear Concealer che comprai principalmente per la sua fama ma che si è rivelato essere un eccellente acquisto. E’ un prodotto che va studiato e specialmente dosato, perché arriva ad avere una coprenza altissima se si esagera con la quantità, e in questo caso vi garantisco che ne basta mezza goccia per coprire occhiaie e imperfezioni varie. A me piace principalmente per illuminare la parte centrale del viso, avendo la tonalità più chiara – NC15 – non mi risulta difficile ottenere un effetto quasi photoshoppato applicandolo sotto gli occhi e un po’ su fronte, naso e mento. Non lo uso tutti i giorni perché non sempre cerco un finish coprente, ma so di poter fare affidamento su di lui ogniqualvolta sentissi la necessità di perfezionare l’incarnato. Come fissante ho invece isolato la cipria che mi ha dato più soddisfazioni tra tutte quelle provate (e mi sono resa conto che sono state davvero tante!), e si è rivelata essere la Like a Doll di Pupa: ha una consistenza morbida e un finish un po’ coprente, mi piace perché sul viso è quella che si nota meno e dona alla pelle quell’effetto pelle di porcellana che rispecchia il principio del fondotinta che porta lo stesso nome. Ho amato tantissimo anche lui infatti, è un altro di quei prodotti che avrei potuto inserire nel post ma che sarebbe risultato ripetitivo, ma la cipria è stata una fedele compagna un po’ per tutto l’anno, anche durante il periodo estivo mi ha aiutata a tenere sotto controllo la lucidità della pelle. Poi ho dovuto per forza di cose inserire un fondotinta che in realtà appartiene al mio arsenale da pochissimo, oserei dire solo un mese, ma che ha già conquistato il mio cuore: si tratta dell‘Universal Fit Hydrating Foundation di Kiko, pagato una cifra irrisoria (credo sui 2€ in saldo) e dal quale non mi aspettavo niente; invece è stato amore a prima vista! Ha una consistenza tra il liquido e il gel, se applicato con una spugnetta di ottiene un finish assolutamente naturale e radioso senza però enfatizzare l’oleosità di una pelle mista, ed è facilmente stratificabile senza però risultare mai eccessivamente coprente. Insomma, è una new entry che però meritava di essere citata e di cui vi parlerò presto in modo più approfondito.

preferiti polvere

Polveri: Tra i miei prodotti preferiti in assoluto vi sono sicuramente illuminanti e blush, e quest’anno ho ampliato ulteriormente la mia collezione senza che ce ne fosse reale bisogno. Però, facendo una scrematura, sono riuscita senza troppe difficoltà a contare sulle dita di una mano quelli che sono stati realmente utilizzati con regolarità, e in particolare di illuminanti e prodotti per il contouring sono spiccati due nomi: uno è il Mineralize Skinfinish Soft & Gentle di MAC, un illuminante a base rosata/champagne che si sposa molto bene con il mio incarnato, l’altro invece è Ipno di Mulac, una polvere per il contouring di un marrone piuttosto freddo. Soft & Gentle è un prodotto molto discusso sul web, nonché un altro acquisto dettato proprio dalla sua fama; molti sostengono che sia l’illuminante degli illuminanti, altri ribattono che contiene troppi glitter per esserlo, io penso che dipenda molto da come lo si applica. Personalmente mi piace stenderlo con un pennello a ventaglio, che riesce a prelevare una quantità sufficiente ma non eccessiva di prodotto e fa sì che i glitter contenuti in esso si perdano prima di finire sul mio viso. Per il resto non posso che ammirarne l’effetto finale sulla pelle: volendo sa essere discreto grazie alla sua base non troppo accesa, e si abbina meravigliosamente ad ogni tipo di look. Ipno invece l’avevo un po’ abbandonato durante l’estate per far spazio al bronzer, ma quando l’ho infine ripreso in mano non l’ho più messo giù. Lo uso tutti i giorni per definire meglio i contorni del mio viso, e anche se trovo che sia una formulazione un po’ impegnativa per via della sua alta pigmentazione, lo reputo un prodotto davvero valido per il contouring. Nella categoria blush ho infine selezionato i tre che ho maggiormente sfruttato, tutti piuttosto neutri e versatili: Sweet Rose di Clarins, appartenente ad un’edizione limitata di qualche mese fa, Nude Mauve di Max Factor e il mio amato Berry Amore di Milani, che già si è visto citare su questi schermi anche l’anno scorso.

preferiti occhi

Occhi: Anche in questo caso, contrariamente a quando pensassi, non mi è stato difficile scegliere i migliori prodotti del 2015. Vi sono tanti prodotti Nabla, brand che lo scorso anno ha davvero tirato fuori il meglio di sè per ampliare la propria gamma di prodotti, sfornando ombretti in crema, matite per sopracciglia e tanto altro che meriterebbero ciascuno un posto in questo recap. Penso infatti di poter eleggere Nabla come brand dell’anno, essendo stato il più presente e innovativo. Ma tornando ai prodotti, non posso non citare la Magic Pencil, che ormai è ridotta all’osso da quanto l’ho usata, la perfetta matita color burro per ravvivare la rima interna dell’occhio; e le Brow Divine sono state un altro enorme successo, e anche nel mio piccolo non penso di poter più fare a meno della tonalità Venus, perfetta per ridefinire e riempire nel modo più naturale ed efficace le sopracciglia. Tra i recentissimi Crème Shadows ho sfruttato Underpainting più di tutti, sebbene utilizzi quasi tutti i colori a rotazione, lui è quello che ha preso il posto del Paint Pot Painterly di MAC come base per qualunque trucco. Lo adoro perché intanto riesce a nascondere tutte le venuzze delle palpebre, e in più è l’ombretto in crema più resistente che abbia mai provato, non fa una piega per tutto il giorno in qualunque condizione climatica. Tra gli ombretti in polvere sempre dello stesso brand vi sono per forza di cose Narciso e Wild Side, due marroncini dal sottotono differente che uso regolarmente sia come ombretti per tutta la palpebra che per definire la piega dell’occhio. Gli altri due ombretti che meritano un posto d’onore in questo post sono sicuramente Amber Lights e Woodwinked di MAC, che ho bramato a lungo prima di acquistarli finalmente quest’estate. Li adoro entrambi per svariati motivi: per i colori assolutamente unici e versatili ma anche per la qualità eccelsa delle formulazioni; avevo sentito parlare fin troppo bene degli ombretti di MAC e con questi due non posso che confermare tutte le voci a riguardo. Per quanto riguarda invece gli eyeliner, c’è sempre lui, il Liquid Ink di Essence a spiccare sui rivali! E’ forse il prodotto più economico tra tutti ma è anche il migliore: il suo pennellino è finissimo e permette di realizzare delle righe sia sottili che più importanti, mentre la formulazione è a prova di bomba, non sbava e non si sbriciola per tutto il giorno nemmeno in estate. Infine il mascara che ha stregato il mio cuore è il Volume à Porter di Lancome uscito quest’anno; lo trovo favoloso perché da volume alle ciglia senza incollarle tra loro, e ha una tenuta davvero eccellente senza essere waterproof. Non trovo il senso di investire troppi soldi in mascara di lusso, però quando ho finito il mio tubetto ho sentito un vuoto nel cuore… per fortuna ne è arrivato un secondo perché altrimenti penso che sarei corsa fuori a comprarmelo io stessa!

preferiti labbraLabbra: concludiamo in bellezza con i due rossetti di cui ho parlato fin troppe volte, ossia Poppy Pop di Clinique e Geranio di Collistar. Da quest’estate mi avrete sentito citarli almeno un milione di volte, e non ho smesso di indossarli nemmeno finita la stagione estiva, cosa che di solito mi capita con tutti gli altri colori più sgargianti. Quest’anno ho scoperto il mio amore per le tonalità corallo sulle labbra, perché riescono ad illuminare l’incarnato senza troppi sforzi e donano a qualunque carnagione; con questi due rossetti ho trovato l’idillio anche per quanto riguarda le formulazioni, essendo entrambe molto pigmentate, cremose senza eccedere e con una tenuta eccezionale.

Eccoci quindi giunti alla fine di questo mega-riassunto cosmetico! Fatemi sapere se vi sono alcuni prodotti che condividiamo o se ne avete altri da consigliarmi, come al solito sono qua che prendo appunti ;) Adesso è ora di concentrarsi su un nuovo anno e su tante novità che ci attendono, e personalmente non vedo l’ora di scoprire cosa ci riserva il mondo cosmetico nel 2016!