Emani,  makeup,  review

Recensioni al volo: Emani – Pressed Mineral Foundation

DSC_0065NOME: Emani Minerals – Pressed Mineral Foundation * (Tonalità: 290 Natural Sand)

PREZZO: 59,00 € x 12g

REPERIBILITA‘: Presso i migliori centri, beauty spa e saloni d’Italia. Per conoscere il punto vendita più vicino, inviare una mail a info@nailevo.com

DESCRIZIONE: << Polvere minerale compatta dalla texture leggerissima che opacizza e dona alla pelle un look naturale. Contiene estratti di caprifoglio per purificare la pelle e foglie di rosmarino per promuovere la micro-circolazione. Copertura: media. >>

RECENSIONE: Apro subito una piccola parentesi: ho scoperto il prezzo di questo fondotinta solo qualche giorno fa, siccome mi è stato inviato dall’azienda a scopo valutativo. Mi sono quindi formata un’opinione del prodotto a prescindere dal suo costo. Solo alla fine di questa recensione vi dirò se, a parer mio, vale effettivamente i soldi che costa.

Non avendo mai provato una base minerale, mi ha incuriosito molto l’opportunità di testare un fondotinta compatto, giusto per vedere come si comporta se messo a confronto con i miei soliti prodotti liquidi. Emani è un brand americano con la peculiarità di essere vegano, eco-friendly, privo di talco e parabeni, cruelty free, senza glutine e chi più ne ha più ne metta. Vanta inoltre il fatto di essere molto apprezzato tra le star di Hollywood, ma è un dato che personalmente non mi impressiona più di tanto.

Ma torniamo a noi… ho provato per la prima volta il fondotinta come da indicazioni, pressandolo sulla pelle con l’ausilio della spugnetta fornita assieme alla confezione subito dopo aver applicato la mia crema da giorno e il correttore. Purtroppo non avevo ancora a disposizione un primer (che non fosse a base siliconica come quello di Sephora), quindi ne ho potuto anche subito testare la durata. Devo dire che sono rimasta piacevolmente colpita dal finish ottenuto: non mi aspettavo che un prodotto in polvere potesse fondersi così bene con la pelle senza lasciare residui in superficie! La consistenza della polvere è infatti leggerissima e setosa, direi quasi cremosa passando il dito sulla cialda. La coprenza la classificherei più tendente al basso, ma se abbinato ad un buon correttore, il fondotinta risulta sufficientemente coprente da mascherare rossori e imperfezioni varie, come un tradizionale fondotinta liquido. Il finish è davvero molto naturale, e pur trattandosi di una polvere risulta luminoso, emulando la radiosità di un incarnato sano e fresco. La durata senza primer è nella norma: richiede in ogni caso un ritocco o due a metà giornata perchè tende a sbiadirsi un po’ nella zona centrale del viso, ma abbinandolo a un buon primer i ritocchi servono solo per opacizzare un po’ l’incarnato.

L’ho poi messo alla prova anche come cipria, spolverandolo sopria la mia consueta base di fondotinta liquido e correttore, scopo per il quale lo adopero tutt’ora più frequentemente. In questo modo mi aiuta a fissare il trucco aggiungendo giusto un velo di coprenza in più, mantenendo il suo finish luminoso e setoso. Non è però un prodotto pensato per tenere sotto controllo la lucidità di una pelle tendenzialmente mista/grassa, ma abbinandolo ad un primer che regoli tale fattore (come ad esempio il primer per pelli miste de L’Erbolario) trovo che duri parecchie ore senza farmi sembrare una frittella. Riassumendo le mie impressioni su questo prodotto, possiamo dire che:

– Si fonde bene con la pelle, senza risultare polveroso o visibile sulla pelle;

– Ha un finish molto naturale e luminoso, il che lo rende un ottimo prodotto per quei giorni in cui si vuole qualcosa di leggero e non impegnativo  che faccia apparire l’incarnato sano, oppure come step finale per dare un tocco di coprenza e freschezza in più a una base più matte o più leggera;

– E’ molto versatile sia come base vera e propria che come cipria, facile quindi da infilare in borsa e sfruttare per dei ritocchi on the go.

CONCLUSIONI: Veniamo al dunque, ossia: il prezzo. Vale questo prodotto i 59,00 € che costa? La mia risposta è . Li può forse valere per la sfilza di caratteristiche che vanta in quanto marchio vegan, ma mi rifiuto di accettare il fatto che per convertirsi al naturale si debba aprire un mutuo. Personalmente lo considero un prodotto davvero validissimo, mi piace molto e lo uso tutti i giorni da quando l’ho ricevuto, e penso che sarei anche disposta a spendere 20-25€ per esso, ma non 60! Anche perchè il packaging mi ha lasciata piuttosto perplessa: capisco che sia stato realizzato con materiale riciclato, e mi va bene, ma all’apparenza può sembrare abbastanza kitsch, specialmente per il logo e l’abbinamento di colori un po’ tamarri (la scatolina che contiene il prodotto è nera con il logo verde)…secondo me richiederebbe un re-styling per apparire un po’ più high-end, ma ora come ora non credo che 59,00€ siano giustificabili. In definitiva sì, è un ottimo prodotto, e personalmente lo ricomprerei se costasse un terzo del suo prezzo originale.  Comunque, per saperne di più sul brand e vedere quali altri prodotti offre, vi rimando al sito italiano.

E voi spendereste cifre simili per un prodotto che obiettivamente ha delle ottime prestazioni ma che vi lascia perplessi sotto alcuni punti di vista (forse anche irrilevanti come il packaging)?

DSC_00191 Qui ho usato il Pressed Mineral Foundation come cipria fissante, e si vede bene quanto luminoso renda l’incarnato!

DSC_0027

DSC_0079* Ho ricevuto il prodotto in questione gratuitamente dall’azienda a scopo valutativo. Non sono stata pagata per parlarne e le mie opinioni in merito sono assolutamente sincere.

  • makemeupblog

    Effettivamente costa parecchio.

  • ha un prezzo spropositato rispetto all’inci, e tra l’altro mi fa storcere il naso che sia venduto con l’etichetta di minerale quando minerale non è: nessun prodotto in cialda può esserlo.

    a me il packaging visto così piace ma… no, 59 euro no XD

    • federica valentino

      e neve cosmetics allora?:) gli ombretti pressati nn li considerano minerali? (magari sto dicendo una cretinata)

      • non sono minerali, c’è una sezione del sito Neve che lo spiega chiaramente. (o c’era? non ci metto piede da un secolo io non compro Neve, ma hanno sempre avuto la pagina dove spiegavano cosa sia il trucco minerale e come si riconosce)

        inoltre i prodotti pressati Neve non sono sotto la sezione “trucco minerale” ma sotto quella “make up”, per differenziarli in maniera molto chiara.

  • Ali

    costa veramente tanto… non credo che lo prenderò mai, anche se il packaging sembra comodo!

  • Miki

    In effetti il prezzo fa abbastanza discutere… Peccato, perché poteva essere interessante.

  • chiara d

    a parte non avere talco in inci, non ha nulla di diverso dai fondi minerali di altre marche molto più economiche, mentre altri prodotti di questa casa (fondo liquido, ecc) hanno invece siliconi. per cui, boh, nemmeno per me il prezzo è giustificato.