Recensioni al volo: Urban Decay "Baked" & "Toasted" eyeshadows

Recensioni al volo: Urban Decay “Baked” & “Toasted” eyeshadows

urban decay shadows

NOME: Urban DecayToasted” e “Baked” ombretti singoli

PREZZO: 18,00€

REPERIBILITA‘: Sephora.it

RECENSIONE: Descritti su Sephora:

Grazie alla tecnologia “Pigment infusion System”, i pigmenti sono più densi e i colori più coprenti. Ricchissimi di pigmenti, gli ombretti Urban Decay si declinano in 36 tonalità, che spaziano dal mat al glitter, senza dimenticare il perlato e il satinato.

Ho acquistato entrambi gli ombretti quest’estate durante le mie vacanze in Germania, presa da un raptus che mi ha spinta a cercare l’ombretto oro perfetto per la mia carnagione (non a caso più avanti vedrete anche altri due ombretti MAC che seguono circa lo stesso filone); quando sono capitata davanti all’espositore di Urban Decay sono rimasta affascinata dalla selezione di colori offerta per le cialde singole e mi sono lanciata immediatamente su Baked, seguito a ruota da Toasted perché mi sembrava scortese lasciarlo lì…

Baked è una stupenda sfumatura di oro molto calda, sembra quasi attraversata da giusto un soffio di bronzo che intensifica il colore al punto giusto. E’ un colore magnetico che attira l’attenzione al primo colpo d’occhio, e devo dire che la formulazione è assolutamente all’altezza della sua bellezza. Già solo sfiorando la cialda con il dito si percepisce la morbidezza, la cremosità del prodotto che si traduce in una pigmentazione molto alta. Basta veramente pochissimo prodotto per truccare entrambi gli occhi, e utilizzando anche solo Baked si ottiene uno sguardo intenso e caldo con una sua profondità. Toasted al contrario è un taupe leggermente rosato che va a soddisfare il mio saltuario bisogno di tonalità fredde; si distingue leggermente da Baked per texture, infatti, pur essendo altrettanto cremoso al tatto, trovo che abbia una resa leggermente inferiore, ma parliamo pur sempre di livelli qualitativamente altissimi, quindi non me la sento di fargliene una colpa. Come durata trovo che entrambi gli ombretti abbiano una resa eccezionale: personalmente non rinuncio mai ad un primer, ma a parità di base trovo che altri ombretti abbiano la tendenza di sbiadire molto più in fretta o di entrare nelle pieghette, cosa mai successa con nessuno dei due Urban Decay.

CONCLUSIONI: Avrete probabilmente capito che per quanto mi riguarda non posso che promuovere a pieni voti sia Baked che Toasted; se dovessi sceglierne soltanto uno opterei per il primo, giusto perché trovo che abbia un colore incantevole e una texture invidiabile. Sicuramente non sono proprio a buon prezzo, ma in questo caso mi sento di ammettere che valgono i soldi che costano. La chicca è che gli ombretti si possono estrarre dal loro case per poi adattarsi alle palette vuote dello stesso brand, in modo da potersi comporre una palette personalizzata senza dover depotarre le cialde rischiando di rovinare la polvere.

ud baked eyeshadow

baked swatch

ud toasted eyeshadowtoasted swatch

ud toasted