Kiehl's,  Labo,  Planter's,  review,  skincare

Skincare tips: 4 prodotti di cui non fidarsi è bene, ma fidarsi è meglio

DSC_0016Sono passata dalla fase “non ci capisco una cippa di skincare, faccio un salto al supermercato” a quella “bio o non bio? Datemi dell’acido ialuronico!” in un balzo. Lasciatemelo dire, è un mondo vasto e spaventoso quello della cura della pelle per chi viene da fuori. E mentre sto ancora cercando di capire cosa posso fare per la mia pelle delicata disidratata ma grassa, arrossata e con i pori dilatati, ho individuato alcuni prodotti che mi stanno piacendo davvero tanto e che (credo) stiano facendo del bene anche alla mia pelle.

  1. Kiehl’s – Midnight Recovery Concentrate* (39,00€ x 30ml): E’ un siero dai poteri magici, o almeno me l’hanno presentato così. A dire il vero è un olio, ma uno di quegli olii che vanno bene anche a noi poverette con la pelle grassa, perché non provoca ulteriori danni, aiuta anzi la pelle a reintegrare ciò che si perde durante il giorno. Ne bastano davvero 3 gocce prima di andare a dormire, tamponate con delicatezza su tutto il viso e voilà! Intanto sembrate una fetta di lardo passata sulla griglia, ma chissene se tanto poi andate a dormire. Vi dico le mie impressioni dopo un paio di mesi di utilizzo: intanto quando mi sveglio la pelle è davvero più morbida e rimpolpata, in più l’incarnato risulta luminoso come se avessi dormito nove ore anziché sei scarse (bugia! almeno sette ore di sonno me le faccio sempre). E’ un piccolo gesto di bellezza che mi piace infilare nella mia routine serale come ulteriore coccola per la mia pelle, è uno step che mi fa sentire molto chic e di classe, cosa che non mi capita poi così spesso, specialmente non quando mi spalmo in faccia una maschera all’argilla. Il prezzo può spaventare, ma se considerate che utilizzerete solo 3 gocce al giorno, immaginate per quanto ne avrete con una boccetta da 30ml!
  2. Kiehl’s – Hydro-Plumping Re-Texturizing Serum Concentrate* (49,00€ x 50ml): Ecco, questo invece è proprio il tipo di prodotto del quale non vorreste MAI innamorarvi. Un siero che uso mattina e sera prima della crema, ha una texture leggerissima che si assorbe in un nanosecondo e aiuta a reidratare la pelle in profondità. L’ideale per chi ha una pelle disidratata ma tendenzialmente mista/grassa come la mia, perché disseta senza risultare pesante. Però cacchio, 50€?? Ogni volta che lo stendo sul viso cerco di auto-convincermi di odiarlo nel profondo, ma quando poi mi sveglio con una pelle fresca e morbida come il sederino di un bimbo capisco che non vi è modo di venirne fuori. Il problema è che la confezione è opaca, non riesco a vedere quanto ce ne sia ancora dentro, quindi quando arriverà il momento sarà come una coltellata in mezzo alle scapole.
  3. Planter’s – Aloe Vera Siero Contorno Occhi (19,00€ x 15ml): Il contorno occhi è uno di quei prodotti dei quali non capisci l’utilità finché non lo usi. Il momento della svolta è stato quando, guardandomi allo specchio mi sono domandata se gli aloni viola sotto gli occhi fossero un residuo di uno smokey andato male o delle occhiaie fuori controllo. Lo stesso giorno sono letteralmente corsa fuori casa alla ricerca di un contorno occhi che potesse far miracoli, e sono inciampata in questo di Planter’s. L’Aloe Vera è un ingrediente chiave in questo fluido: applicandolo lascia quella sensazione di freschezza che è una manna dal cielo alle sette e mezza di mattina. Ciò che ho potuto constatare utilizzandolo, è che le mie occhiaie sono sbiadite e la zona perioculare è molto più idratata, il che è un grosso vantaggio nell’applicazione del correttore, che si assorbe meglio senza apparire farinoso. Poi non so se l’effetto lifting che vanta darà i suoi frutti nel tempo, ma almeno posso dire di sentirmi di nuovo una (quasi) 24enne.
  4. Labo – Serum Crexy Ciglia* (60,00€ ca. x 7ml): Eccoci arrivati al prodotto che mi ha causato più perplessità. Un siero per la crescita ed infoltimento delle ciglia? Fantastico in teoria, ma funziona per davvero? Non chiedetemi quali ingredienti intervengano nel processo, vi rimando a fonti più credibili per rispondere ai vostri dubbi, ma i primi risultati dovrebbero vedersi attorno alle 6-8 settimane dal primo utilizzo. Va applicato tutte le sere all’attaccatura delle ciglia superiori sull’occhio asciutto e completamente pulito, e si asciuga rapidamente nell’arco di qualche secondo. Adesso, non so se sia normale o meno, ma ogni volta che lo applico io mi brucia leggermente per qualche istante…la prima volta che l’ho provato mi sono spaventata a morte e ho sciacquato via immediatamente il prodotto, ma dopo qualche giorno di sospensione ho voluto riprovarci, giusto perché non mi piace arrendermi così. C’è da dire che il siero è oftalmogicamente testato, quindi non dovrebbero esserci rischi, motivo per cui non mi sono fatta intimorire e ho ripreso ad utilizzarlo con costanza. Ormai è un mese che lo uso tutte le sere, e sebbene mi riservi di aspettare le tempistiche suggerite per dargli una valutazione definitiva, mi azzardo a pronunciare un timido “sì!”. Ok, non ho ancora potuto notare miracoli, ma credo di aver visto qualcosa cambiare nella lunghezza delle ciglia, tant’è che ieri per la prima volta in vita mia qualcuno mi ha chiesto se fossero mie o finte. Potrebbe anche essere tutto merito del mascara eh, ma a me piace credere che il siero stia funzionando, e per questo continuerò a usarlo tutte le sere finché le ciglia non mi toccheranno le sopracciglia! Comunque vi farò sapere in una recensione a parte il risultato del mio periodo di prova, non temete.

DSC_0024 DSC_0031* I prodotti segnati con l’asterisco mi sono stati gentilmente inviati dalle aziende a scopo valutativo. La mia opinione in merito non è stata in alcun modo influenzata, ci tengo ad essere sempre cristallina nelle mie recensioni, indipendentemente dalla provenienza dei prodotti di cui parlo.

  • Clara

    Quando mia madre ha comprato l’Hydro plumping blablabla (ma un nome più corto no?) ho gongolato come una pazza all’idea di poterglielo rubare ma dall’altro lato avevo il terrore si rivelasse una meraviglia tale da volerlo incorporare nella mia routine acquistandolo, cosa che il prezzo non mi avrebbe permesso di fare. Come te ho pregato si rivelasse una sola: sono stata ascoltata. Dopo averlo usato una volta mi sono spuntate delle bolle e mi sono arrossata. Niente di grave, due giorni dopo era tutto sparito, ma quando ho provato a riapplicarlo ho avuto la conferma che a fare il danno era stato proprio lui. Diciamo che per ora il mio portafogli è salvo :P

    Avrei una domanda sul contorno occhi Planter’s: tutte le cose all’aloe vera che ho provato mi lasciavano la sensazione si di sollievo e “frescura” ma anche di “pelle che tira” tanto che sia che siano creme, sia che si tratti di aloe pura le accompagno con una crema idratante. E’ qualcosa che hai riscontrato anche in questo contorno occhi? Mi incuriosisce molto come prodotto (ho il terrore delle righe e non ho nemmeno venti anni ahahah) ma l’idea del contorno occhi che tira mi perplime assai!
    Scusa lo sproloquio :)

    • Guarda, quasi t’invidio per il fatto di non esserti trovata bene con il siero di Kiehl’s! Sinceramente non so se riuscirò a convincermi a spendere tutti quei soldi per ricomprarlo una volta che l’avrò finito…>.<

      Per quanto riguarda il contorno occhi invece, con questo di Planter's non tira assolutamente la pelle, cosa che invece accade quando uso per esempio il gel d'aloe :)

  • Miki

    Tutti prodotti molto interessanti,a cominciare da quelli Kiehl’s che non proverò mai, proprio per paura che mi piacciano.