Vorrei ma non posso...ft. Nabla, Madina, Neve Cosmetics

Vorrei ma non posso…ft. Nabla, Madina, Neve Cosmetics

logoParliamo di quei prodotti che conservo gelosamente nel cassetto, che mi fanno accelerare il battito cardiaco ad ogni occhiata e che sto consumando a furia di strisciate sul braccio ma che purtroppo non trovano spazio sul mio viso. Ebbene sì, perché un po’ per sfiga e un po’ per genetica quei colori che mi danno gioia solo a guardarli fanno inevitabilmente a pugni con il mio incarnato. Ingiustizia divina, così ho deciso di etichettarla. Vabbè, oramai ho messo il cuore in pace e mi consolo tenendomi stretti alcuni prodotti che ogni tanto tiro fuori per concedere un istante di gioia ai miei occhi, e oggi li condivido con voi per darvi la possibilità di goderne insieme a me.

Abbiamo in primis due ombretti Nabla che sono entrambi due punte di diamante: parlo di Citron ed Eternity, rispettivamente un oro con una venatura olivastra e un blu cobalto mozzafiato. Sono due colori che hanno del regale, del prezioso, e soffro intimamente al pensiero di non riuscire a rendergli grazia una volta indossati sugli occhi. Ci sono volte in cui – non tiratemi pomodori, ve ne prego – vorrei avere gli occhi castani, una carnagione più mediterranea e una palpebra più spaziosa per poter indossare con fierezza sfumature simili, ma non è questo il caso. Stesso discorso vale per la Pastello Occhi di Neve Cosmetics nella tonalità Cedrata che ricorda moltissimo Citron e per la quale vale lo stesso discorso. Detto ciò, durante i mesi invernali cerco in tutti i modi di inglobare anche solo un pizzico di colore nel trucco occhi quando mi è possibile, e in quei momenti sappiate che mi sento una gran gnocca. Un altro ombretto – però in crema – che appartiene purtroppo ad una categoria che proprio non mi dona (ossia il verde in ogni sua sfacettatura) è Aurora, sempre di Nabla. Il colore è uno spettacolo: un ibrido tra il blu petrolio e lo smeraldo che merita davvero un ruolo da protagonista, ma niente, con me non funziona. Il verde fa a pugni con i miei occhi, devo ancora riuscire a trovare una sfumatura che io riesca ad indossare purtroppo…l’unico modo in cui riesco a sfruttarlo in un trucco è utilizzandolo come eyeliner, e allora ecco che improvvisamente si intrufola discretamente nei miei look.

Per il viso invece ho dovuto tirare in ballo due blush, che poverini si ritrovano in questo triste post solo per l’intensità del loro pigmento… uno è il n.03 di Madina, acquistato a scatola chiusa quando online vi erano i saldi al 50% (che tra l’altro ci sono anche in questo momento), ma che purtroppo si è rivelato essere un rosso corallo decisamente troppo dominante su una pelle chiara come la mia; il secondo invece è Sunday Rose di Neve Cosmetics, un rosa fragola incantevole, ma purtroppo si ripete la stessa storia… fosse stato molto più sheer lo avrei indossato con più nonchalance, ma così devo davvero prenderlo con le pinze per non sembrare un clown.

Insomma, eccovi la mia triste storia… da amante del colore quale sono mi risulta davvero difficile accettare il fatto che non tutti i colori mi donano, ma mi consolo con il fatto di poter conservare questi prodotti come piccole e preziose opere d’arte, da rigirare tra le mani e ammirare quando gradisco! Ma ora tocca a voi: quali sono i prodotti che avete acquistato/ricevuto e che amate alla follia ma purtroppo non riuscite a sfruttare come vorreste? Fatemelo sapere!

swatches