cosmoprof

Cosmoprof 2014: il resoconto

Only Italian this time, sorry >.<

Ebbene sì, anche quest’anno ho ceduto al fascino del Cosmoprof, e lunedì 7 Aprile alle 6.15 mi è suonata la sveglia, e di buon grado mi sono tirata su dal letto, preparata e incamminata per prendere il regionale veloce delle 7.50 diretto a Bologna. Ovviamente mi sono fatta un’ora di treno in piedi, ma siccome stavo ancora dormendo, non me ne sono praticamente neanche accorta, meglio così.20140407_082745Arrivata a Bologna, ho incontrato per la prima volta una compare blogger, Valeria di The 1000th blog, con la quale ho passato la giornata a girovagare per la fiera, e vi dico subito che si è rivelata essere un’ottima compagna di avventura, nonché una splendida persona, e prossimamente tornerò a trovarla per andare a saccheggiare qualche negozio, visto che mi ha messo al corrente di alcuni posti super segreti a Bologna dove si possono fare gli affari della vita, ma tanto non vi dico dove, tié :P Vabbè, comunque siamo arrivate in fiera proprio nel momento in cui stavano aprendo, e, alla velocità della luce (e con un orientamento da giovani marmotte) ci siamo fiondate allo stand di Make Up Forever La Truccheria, consapevoli che se ci fossimo andate sul tardi, saremmo rimaste in coda per il resto della giornata. 20140407_091403Fortunatamente però la fila che abbiamo trovato era ancora contenuta, e nell’arco di pochissimo ci siamo ritrovate accolte all’interno del paradiso cosmetico. La cosa è stata organizzata davvero bene: facevano entrare solo un paio di persone alla volta, e a ciascun gruppetto veniva assegnato un/a commesso/a che ha accompagnato gli acquirenti per tutta la permanenza all’interno dello stand, dando consigli, spiegazioni e informazioni sui prodotti. A me e Valeria è capitato un signore gentilissimo, che ci è stato estremamente d’aiuto nella scelta dei prodotti, ma anche abbastanza convincente da farci comprare un paio di cose di cui sicuramente non avevamo bisogno, ma vabbè, si sa che la mia forza di volontà è debole assai, specialmente di fronte a prodotti high-end scontati del 40%, e penso di poter parlare anche per Valeria. Fatto sta che siamo uscite da MUFE più contente che mai, pronte per affrontare il resto della fiera.20140407_092609 20140407_102633Dopo esserci perse e ritrovate almeno un paio di volte, siamo finite nel padiglione 36, l’area dedicata agli smalti e prodotti per la manicure, e qui c’è stato l’incontro con un’altra blogger, Beatrice di Le Beatrici, che, se non avete presente, è un’autentica esplosione di energia! Se seguite il mio blog da un po’, saprete che lei ed io abbiamo collaborato in passato, e conoscerla finalmente di persona è stato eccezionale. Mi aspettavo che fosse vivace, ma in realtà lo è dieci volte più di quanto pensassi XD Insomma, da qui in poi abbiamo gironzolato in tre per la fiera, Valeria, Beatrice ed io :) Tornando a noi, non c’è bisogno che vi dica che all’interno del padiglione 36 mi sono proprio sentita come una bambina dentro a un negozio di caramelle (capito il nome del blog adesso? :P)! Smalti in ogni dove, arcobaleni a forma di boccette e cori angelici riecheggiavano nell’aria, il 36 era decisamente il padiglione più bello a vedersi, e al suo interno abbiamo fatto visita a CND, Orly, Faby, China Glaze e Color Club. La parte più bella però è stato il poter finalmente incontrare chi sta dietro la Ladybird House, distributore italiano dei primi due brand citati: è bellissimo poter incontrare di persona chi di solito è solo una firma alla fine di una mail, specialmente quando si tratta di una persona gentilissima e disponibile :) Poi è stato anche bello poter dare un’occhiata da vicino a Faby, un brand tutto italiano di smalti, nato da poco ma con già alcune collezioni davvero degne di nota alle spalle, e conoscerne lo staff. Posso solo dire che sono stati tutti cordiali al massimo e disponbilissimi nei confronti di noi blogger, cosa che ho apprezzato moltissimo. Poi abbiamo fatto un giretto allo stand Clarissa Nails, dove erano acquistabili gli smalti China Glaze a 4,50€ al pezzo, ma purtroppo la selezione non era delle migliori, e così sono riuscita a resistere alla tentazione di comprare qualcosa. Per finire, sempre nello stesso padiglione, ho fatto visita a Color Club, dove ho finalmente visto il nuovo packaging degli smalti, molto più carino e fresco a mio parere, e lì ho acquistato solo uno smalto della nuova collezione Paris in Love. Tutti gli smalti erano a 5€, eccezion fatta per quelli olografici che credo venissero 10/11€, così come quelli termici della Ruby Wing, e se acquistavate 5 smalti, il sesto ve lo davano in omaggio. 20140407_105316 20140407_105324Ohhhh! Date una sbirciatina alla prossima collezione Orly, la Baked….già vi annuncio che è uno spettacolo dal vivo, i colori proposti sono accesissimi, perfetti per l’estate! 20140407_111336Questa invece è la Fabulous Collection di Faby, che propone tutte tonalità molto classiche con un vibe un po’ retrò; ho ricevuto in omaggio un paio di mini taglie della collezione che cercherò di mostrarvi, anche se sono probabilmente i due colori che meno mi interessavano, ma pazienza :) 20140407_112041 Invece questa era probabilmente la collezione più bella in esposizione, la Eclectic, nella quale sono presenti due smalti favolosi, Esmeralda in the mirror e Cleo’s talisman…dateci un’occhiata e ditemi se non sono bellissimi!20140407_112052 20140407_114041 Dopo aver visitato il padiglione 36, ci siamo fatte un giro all’interno dello spazio dedicato a tutti i prodotti naturali per la skincare, e qui abbiamo parlato con diverse aziende, facendoci illustrare i loro prodotti e la filosofia che sta dietro ai loro brand. Sono stati tutti cordialissimi e disponibili, e ci hanno riempito di campioncini e alcuni prodotti omaggio, con tanto di depliant e opuscoli che illustrano i vari marchi e la loro offerta. Tra questi vi erano Lavera, Davines, Zuccari, L’Erbolario e Planter’s. In particolare, ci tengo a citare L’Erbolario, in quanto a presentarci l’azienda e i vari prodotti, è stata una signora di un’eleganza unica, con una pelle incredibile, che ci ha fatto fare un giro per tutto lo stand, prendendosi il tempo di presentarci i prodotti uno ad uno, coinvolgendo noi e la nostra attenzione al massimo. Questo vuol dire per me rivolgersi ai blogger: dopo una presentazione simile mi sento molto più propensa a provare nuove cose del marchio, quando magari prima non ne ero molto incuriosita. Complimenti quindi per la disponibilità!20140407_130338 20140407_130358 20140407_130431E fu così che finì anche questa edizione del Cosmoprof. Alla fine della giornata (che poi erano solo le 15.30 circa) eravamo tutte distrutte, ma specialmente affamate! Così Valeria ed io abbiamo salutato Beatrice e ci siamo fiondate fuori alla ricerca di cibo (grazie MacDonald’s per il salvataggio in corner), e dopo mangiato mi sono incamminata per andare a prendere il treno e tornare a casa, attirando una marea di sguardi incuriositi dall’enorme borsa che mi penzolava dal braccio (nota a me stessa: la prossima volta un carrellino è meglio).

Insomma, che dire, ho passato una giornata incredibile, ho conosciuto delle bellissime persone, e ho avuto modo di incontrare e scoprire nuovi brand, senza dimenticare lo shopping, che è stato contenuto ma mirato. Anche quest’anno sono tornata a casa felice di non essermi persa la fiera, e spero proprio di aver modo di presenziare anche il prossimo anno, per conoscere altre blogger e altre aziende, e per sperperare altri soldi ovviamente! Il Cosmoprof è un’esperienza che consiglio vivamente a chi, come me, è appassionato di tutto ciò che riguarda il mondo della cosmesi e della cura della persona, quindi, se avete la possibilità di andarci, andateci! ;) E state connessi che nel prossimo post vi mostro tutto quello che mi sono portata a casa!!20140407_133934

  • uuu tantissima invidia T____T la Baked di Orly ha dei colori veramente stupendi *__* fanno subito estate!

  • Io avevo uno sconto (piccolo!) per il biglietto d’ingresso, datoci dalla scuola di makeup, ma sinceramente continuo a pensare che non ne valga la pena, finché non si metteranno a vendere seriamente come fanno in TUTTE le altre fiere di cosmetica mondiali.

    I campioncini, specie di creme e prodotti per la pelle, possono sempre essere richiesti nei negozi, e le informazioni le troviamo su internet, quindi se devo andare lì per essere riempita di parole e carte/plastiche (alla faccia della filosofia eco tanto declamata!) preferisco attendere la possibilità di andare a vedere una fiera SERIA, dove ci sia un bell’assortimento di prodotti e dove soprattutto io possa acquistarli.
    Non dico tutti, non dico con chissà quale sconto, ma vorrei avere una scelta consistente.

    Mi ricordo anche dalla fiera dell’anno scorso che la selezione di smalti non era granché (non ricordo chi lo scrisse), vedo che non sono cambiate molto le cose.
    La stessa scuola di makeup che frequento ci ha detto che non ne vale molto la pena, il che è indicativo.

    Ovviamente questa non è una critica a te o a chi ci è andato per curiosità, ma non capisco ancora perché noi in Italia dobbiamo sempre avere le cose a metà o un terzo di come realmente andrebbero fatte, e ringraziare pure!

    Ecco, ho finito :D

    • Capisco il tuo punto di vista, e hai ragione sotto certi aspetti, ma per quanto mi riguarda, la fiera ne è valsa assolutamente la pena per determinati motivi:
      1. Ho avuto la fortuna di ricevere il pass per entrare gratis, quindi niente spese per il biglietto;
      2. Il costo del viaggio fino a Bologna è bassissimo per me, dato che fortunatamente non abito troppo lontano;
      3. Ho avuto modo di incontrare delle persone che probabilmente non avrei conosciuto altrimenti;
      4. Per quanto riguarda gli acquisti, sono d’accordo, ma io ero determinata a comprare solo alcune cose che sapevo erano in vendita, e per lo più scontate (un 40% di sconto sui prodotti MUFE è decisamente degno di nota!), ma riconosco che se avessi voluto fare una spesa più consistente non sarei rimasta altrettanto entusiasta.
      Se poi vogliamo considerare il fatto che la scelta di prodotti acquistabili non è vastissima, che gli sconti non sono tutto sto granché e che rispetto ad altre fiere siamo ancora molto indietro, ok, concordo pienamente, ma il come vivi la fiera dipende dallo spirito con il quale intendi andarci…io il Cosmoprof me lo sono goduto al massimo sapendo cosa aspettarmi, ma immagino che chi ha grandi pretese non ne resterà altrettanto colpito.
      Certo se avessi la possibilità di vedere un IMATS probabilmente ridimensionerei il Cosmoprof, ma visto che per il momento non si pone neanche il problema, preferisco presenziare a un evento come questo e viverlo al meglio, cosa che ho fatto per gli ultimi due anni, piuttosto che restare a casa e lamentarmi di come viene gestito. E in futuro chissà, magari ci sarà la possibilità di vedere come sono gestite altre fiere o magari il Cosmoprof stesso si evolverà in meglio, e allora potremo riparlarne :)

      • Ma infatti tu hai avuto tanti vantaggi, se però:

        – avessi abitato più lontano;
        – non avessi avuto il pass;

        già sarebbe stato controproducente per te andarci, e spendere altri soldi in quei pochi prodotti che si potevano ottenere.

        Il mio discorso è semplicemente che chi si deve pagare viaggio (da una certa distanza)+biglietto d’ingresso alla fine neanche conviene più, dato che, appunto, le “occasioni” sono poche e calate dal cielo.

        Le aziende sono gentili coi blogger perché è *pubblicità gratis*, tutto lì, e una bustina di crema qua e là a loro non costa nulla, ma sarà che io son più smaliziata (= vecchia :D ), non è questo ciò che mi conquista, né come professionista, né come semplice “ammiratrice” di una tal marca.

        Se invece io sapessi di trovare una ricca selezione di marchi (inglesi, tedeschi e americani) dove poter acquistare qualcosa di degno (ripeto, non necessariamente al 40% di sconto), allora varrebbe la pena il viaggio e tutto, perché alla fine mi ritroverei comunque con un bottino più o meno corposo di cose che altrimenti avrei potuto solo prendere online o a prezzo pieno dalla Sephora di turno.

        Poi, se l’anno prossimo avrò i dindi anch’io ci vado molto volentieri, sarà un piacere sia confermare le mie “lamentazioni” che vederle smentite :D

  • Ma beata!!! io nemmeno quest’anno sono riuscita ad esserci… speriamo l’anno prossimo, magari post laurea ;)

  • Mi è dispiaciuto tantissimo non averti incontrata, magari l’anno prossimo ;)
    Baciii

    • Anche a me è dispiaciuto un sacco :( Ma ci saranno sicuramente altre occasioni in futuro! :)

  • Anche a me è dispiaciuto non esserci incontrate! Ma aspetto un meeting tra bloggers eh! :D

    Comunque boh, per me è stata proprio una bella esperienza, e nonostante i 40 euro spesi tra treno e biglietto, lo rifarei! E devo dire che ho comprato davvero tante cose, è più facile che vendano brand emergenti perché vogliono farsi conoscere, ma per me Cosmoprof è anche questo, cercare le novità! Se devo andare per comprare i soliti brand, posso andare in profumeria..no?

    Poi è bello l’ambiente, è bello il fatto di andarci come blogger e vedere che ti ascoltano e sono incuriositi da ciò che fai… e sinceramente non capisco neanche tutte le polemiche che vengono fatte su chi riceve samples! E guarda che ce ne sono state tante ehhhh! Se io non chiedo nulla, ma presento il mio lavoro e le aziende decidono di darmi fiducia o di premiarmi, dov’è il problema? :/

    P.s.- Mi sono persa la makeup forever… sono andata troppo tardi e c’era una fila immensa… mi mangio le maniiii! :) Il prossim’anno non mi farò fregare…

    xxx
    Camilla

  • L’Erbolario lo adoro! Ammetto che ci sono loro prodotti che non mi piacciono (anche se questo probabilmente è dovuto al fatto che non erano adatti a me e alle mie esigenze, non alla loro qualità), ma sono loro cliente da… decenni (oddio!) e continuo a trovarmi benissimo.
    Come dici tu, sono sempre molto attenti e generosi con noi clienti, anche questo è un punto a favore!

  • Io non dico nulla, solo che voglio vedere tutto ciò che è contenuto all’interno di quella bustona :P

    • hahahahaha arriva con il prossimo post! :D comunque non farti ingannare dall’abnorme quantità di sacchetti contenuti in quel bustone, in realtà il contenuto vero e proprio è molto smilzo XD

  • Il tuo post e le foto sono bellissime! Inoltre sono davvero stracontenta di averti incontrata, sei una persona meravigliosa :*

    • Awwwww grazieeee <3 comunque avrai intuito che anch'io mi sono trovata moooolto bene in tua compagnia! E' da rifare una giornata così, anche senza Cosmoprof :*