Artdeco,  Emani,  makeup

New in: promossi e bocciati (Emani, Artdeco)

Tra i prodotti che ho avuto modo di testare di recente vi sono due brand che forse non tutti conoscono, Emani e Artdeco, che hanno una selezione piuttosto vasta di prodotti, alcuni dei quali hanno attirato la mia attenzione, altri un po’ meno. Di Emani, brand statunitense vegano, vi ho già parlato in un’altra occasione, presentandovi il loro fondotinta compatto, mentre oggi vi mostro altri tre prodotti che utilizzo già da un paio di mesi e che mi hanno colpito in positivo. Artdeco invece è stata un po’ una sorpresa, è un brand che conoscevo di vista grazie alle mie numerose capatine in Germania, ma che non avevo mai provato prima d’ora. Tra i prodotti che mi sono stati omaggiati vi è un po’ di tutto, dagli ombretti ai rossetti c’è una panoramica piuttosto ampia  di entrambi i marchi, quindi vediamo subito cosa ne penso.

DSC_0253

  • EmaniHD Concealer “Neutral”: Si tratta di un correttore cremoso con una buona coprenza e un’ottima durata. Di solito sono molto diffidente di fronte a questa tipologia di correttori, poiché li trovo un po’ troppo pastosi e pesanti per essere utilizzati su tutto il viso, ma l’HD Concealer mi ha sorpreso: ne basta davvero poco per coprire quel che c’è coprire, e la consistenza è sufficientemente leggera da fondersi facilmente con la pelle senza appesantire il trucco. L’ho provato su occhiaie, mento, attorno al naso e per nascondere brufoletti vari, ma alla fine penso che il lavoro migliore lo svolga nel coprire le occhiaie. Dona un aspetto fresco e riposato al contorno occhi, e come durata mi soddisfa parecchio.
  • Emani Lipstick “Destiny”: Questo rossetto è stata una delle migliori new entries, devo ammetterlo! Il colore è un bel rosa nude con una minuscola punta di mauve al suo interno, che ne fa un perfetto colore da tutti i giorni. Ma ciò che più mi piace del prodotto è la sua texture: quando lo si stende sulle labbra sembra quasi di applicare un burro labbra da quanto è morbido e scorrevole, ma assolutamente non scivoloso al punto da sbavare. Non necessita di matita labbra, lo applico al volo senza pensarci due volte e mi assicura labbra morbide e idratate a lungo. Anche la sua durata mi ha lasciata basita, convinta che un colore così nude con una formulazione cremosa non potesse resistere più di tanto, ma mi sbagliavo! Sopravvive infatti a lunghe giornate di lavoro e tante chiacchiere, necessitando solo del classico ritocchino di metà giornata.
  • Emani Mosaic Blush “Key West”: Il blush è un prodotto sfizioso, carino per il suo colore (rosa con una venatura dorata data da alcune chiazze di colore distribuite all’interno della cialda) ma non particolarmente degno di nota in fin dei conti… si presenta all’interno di questa cialdina davvero minuscola, tanto da averlo inizialmente scambiato per un ombretto, e lo trovo sì valido, ma non è un colore che tendo a preferire agli altri blush in mio possesso.

DSC_0261

Come potete poi notare, ho ricevuto diversi prodotti di Artdeco da provare, ma sarò sincera, nessuno di questi mi ha lasciata davvero a bocca aperta… ci sono dei nì, un paio di cose già più valide e altre davvero pessime:

  • Artdeco Art Couture Lipstick “208”: Partiamo da uno dei prodotti che mi sono piaciuti: il rossetto. Il colore è davvero stupendo, trattandosi di un bel rosso bilanciato tra caldo e freddo e dal finish leggermente lucido. Diciamo che non è niente di mai visto, però lo consiglierei a chi è alla ricerca di un bel rosso che faccia il suo figurone da indossato. Però la matita labbra è d’obbligo!
  • Artdeco Extreme Volume Mascara: Ultimamente sto provando diversi mascara, ma tra tutti lui è uno di quelli che mi lascia un po’ indifferente purtroppo. Lo chiamano “Extreme Volume”, ma la sua formula non crea particolare volume sulle ciglia e non ho visto nemmeno grossi miglioramenti sul piano della lunghezza. Ha però il pregio di non sbavare o sbriciolarsi, nemmeno dopo un’intera giornata, ma non è un motivo sufficiente per farmelo apprezzare. Gli lascerò comunque il tempo di seccarsi un po’, nella speranza che la texture migliori; se dovessero esserci cambiamenti degni di nota vi farò sapere!
  • Artdeco Art Couture Nail Lacquer “933”: Lo smalto è carino, in primis per il suo bel color arancio vivace con uno shimmer dorato che lo attraversa, e poi perché una volta applicato ha avuto davvero un’ottima durata (non ho però capito se dipenda da lui o dal top coat di CND Vinylux che uso sempre). Va assolutamente fissato con un top coat però, perché il finish stesso dello smalto è leggermente opaco.
  • Artdeco Soft Eye Liner waterproof “93”: Ecco, questo è un prodotto che mi è piaciuto molto qualitativamente parlando: è una matita morbida, facile da applicare e che, una volta fissata, non sbava e non sbiadisce per tutto il giorno. L’unica pecca è forse il colore, la “93” è infatti una specie di grigio/khaki che non mi esalta particolarmente, ma tutto sommato è una questione di gusti. Fosse stata di un colore più interessante l’avrei sicuramente apprezzata tantissimo, ma in ogni caso consiglio di dare un’occhiata a queste matite perché sono davvero ottime!
  • Artdeco Sunshine Eyeshadow “15” (LE): Questo ombretto appartiene alla più recente collezione estiva, ed è un bellissimo marrone-bronzo satinato. Ultimamente sapete che mi sono fossilizzata ad utilizzare sempre gli stessi ombretti, e perlopiù tutti opachi, ma non appena uscirò da questa fase sono sicura che saprò sfruttare al meglio questo colore. La texture poi è molto setosa, morbida e facilmente sfumabile, e la pigmentazione è molto buona. Insomma, un altro prodotto che mi ha piacevolmente colpita e che mi sento di consigliare.
  • Artdeco Single Eyeshadows (?): Ho tenuto il peggio per ultimo… parlo di quelle cialdine di ombretti rettangolari che vedete in foto, che mi sono giunte all’interno di una palette personalizzabile. Non so esattamente come si chiamino, ma vi consiglio di starne alla larga! La texture di questi ombretti è forse la peggiore mai provata: polverosa, per niente omogenea, poco pigmentata, insomma, un vero disastro. Peccato, perché tra i colori ricevuti vi sono un bel blu pervinca e un color menta molto chiaro che mi sarebbe davvero piaciuto poter sfruttare, ma non c’è modo di farli funzionare.

Spero che questo post vi sia piaciuto e che vi possa essere stato un minimo d’aiuto nel caso vi troviate di fronte a questi prodotti e vi venga il dubbio se acquistarli o meno :) Penso che d’ora in poi terrò questa tipologia di post per quando avrò diversi prodotti di cui vi voglio parlare, e nel caso abbiate delle richieste particolari vi invito a lasciarmele in un commento qui sotto! E fatemi anche sapere cosa ne pensate di Emani e Artdeco: ne avevate già sentito parlare? Vi incuriosiscono come brand?