Orly,  review,  Sugar High collection

Orly Sugar High: la collezione nemica dei diabetici (recensione & swatches)

DSC_0027Sebbene la primavera sembri ancora un miraggio, Orly ha deciso di infonderci un po’ di fiducia con la sua nuova collezione all’insegna di tinte tenui (o quasi) che richiamano le palette tipicamente primaverili. Il tema che dà il nome ai sei colori, Sugar High*, ha questa volta un sapore zuccherino, ed effettivamente le sfumature pastello ricordano un po’ la glassatura di deliziosi cupcakes, scorzette di lime canditi e montagnole di panna montata. Una collezione da far venire l’acquolina in bocca solo a pensarci,  l’ideale per una sugaraholic come la sottoscritta, tanto da dedicarvi persino il nome del blog.

Sweet Dreams: “zuccherini viola polvere shimmer” / Lo smalto ha una base grigia con una punta di lilla e al suo interno si intravede un velo di shimmer fucsia talmente fino da non riuscire a distinguersi dalla base. Un colore inusuale forse, ma che fa il suo figurone una volta indossato, smontando la convinzione che il grigio non sia un colore democratico, anzi, lo trovo molto elegante.

DSC_0027

Candy Shop: “petali di rosa selvatica canditi” / Adoro questa sfumatura di malva leggermente sbiadito (in foto risulta meno rosato di quanto non sia in realtà). Lo trovo un colore davvero raffinato e delizioso, un passe-par-tout che già m’immagino di indossare tantissimo. La formula cremosa senza shimmer lo rende poi facile da stendere e da abbinare ad ogni look. E poi, come potrei non amare uno smalto che richiama il nome del blog?

DSC_0056

Key Lime Twist: “scorza di limone giallo brillante” / Più che brillante direi fluo! Questo è decisamente il colore meno delicato del gruppo, non proprio office-friendly. Però bisogna anche dire che non si tratta di un giallo evidenziatore, ha quella punta di verde al suo interno che lo rende proprio “lime”, il che, almeno a parer mio, lo promuove nella categoria degli “appariscenti ma portabili”, almeno in estate, oppure con degli outfit sui toni del grigio.

DSC_0092

Cake Pop: “pasta di zucchero rosa pastello” / Un rosa talmente delicato da sembrare bianco a prima vista. Un colore davvero carino ed elegante, che vedo bene su chiunque, magari anche come manicure per un matrimonio o un’occasione speciale, o semplicemente come colore che dia ufficialmente il benvenuto alla primavera. E’ completamente privo di shimmer e si stende piuttosto bene, basta fare un po’ di attenzione a non passare insistentemente con il pennello sugli stessi punti.

DSC_0105

Frosting: “glassa alla vaniglia bianco avorio perlato” / Tecnicamente questo colore ha tutto ciò che odio in uno smalto: l’essere un bianco sheer e per giunta perlato è per me una condanna al disastro. Però dai, Frosting ancora ancora si salva…mi piace molto il riflesso dorato al suo interno, trattandosi di uno shimmer finissimo e non di un vero e proprio finish perlato. L’applicazione lascia un po’ desiderare, ci vogliono più passate per avere un bel colore pieno e uniforme, ma vabbè, lo davo già per scontato. Non sarà il mio colore preferito della collezione, ma si salva in corner.

DSC_0140

Plum Sugar: “succo di mora di rovo” / Con una tonalità come questa non ci si può proprio sbagliare: il colore risulta ricco e coprente già alla prima passata, e poi un viola così intenso piace proprio a tutti, no? Qualitativamente parlando, Plum Sugar è sicuramente il migliore del gruppo, il colore però non è che sia il massimo dell’originalità, ma se ancora non si possiede una sfumatura simile di prugna, allora è un must have!

DSC_0167Ebbene sì, Orly non mi ha deluso nemmeno questa volta! Non siamo ai livelli della collezione Blush della scorsa primavera, ma di nuovo ha proposto dei colori davvero interessanti e variegati nella loro selezione. Ci sono le tinte tenui per chi gradisce una manicure pulita e raffinata, e vi sono sfumature più intraprendenti per chi ama osare. La qualità poi è sempre molto alta, con le dovute eccezioni (come nel caso di Frosting), ma in linea di massima non posso che ri-confermare le mie impressioni sul brand. Ora basta che arrivi effettivamente la primavera!

* La collezione mi è stata gentilmente inviata dall’azienda a scopo valutativo. Come al solito, il mio giudizio non è in alcun modo influenzato dalla loro provenienza, e le mie impressioni sono completamente sincere.